Cosa sono e come si fanno le fotografie VR 180/360

Fra i vari tipi di servizi fotografici che offriamo ai nostri clienti per aiutarli con le proprie campagne di comunicazione e marketing, ce n’è uno che merita un particolare approfondimento. Stiamo parlando della fotografia VR (Virtual Reality), conosciuta anche come “realtà virtuale fotografica“. Per intenderci, si tratta delle foto che vengono utilizzati per i tour virtuali in Google Street View. Oggi ne parleremo in modo un po’ più approfondito e ti spiegheremo come si fa e come puoi utilizzarla per migliorare la presenza online della tua impresa.

Come si realizza una foto VR?

I moderni smartphone permettono di realizzare foto a 360° amatoriali con la fotocamera integrata. Tuttavia, a meno che non sia un professionista a farle, queste foto sono spesso di scarsa qualità e hanno poche applicazioni pratiche (per esempio, non vanno bene per i tour virtuali). Pertanto, se vuoi utilizzare questo tipo di foto per la comunicazione aziendale, è meglio realizzarle “alla vecchia maniera” – più complicata, ma anche più efficace.

La fotografia VR a 180° e a 360° permette di vedere un ambiente come se ci si trovasse al suo interno. Questo effetto si ottiene realizzando degli scatti multipli attorno all’oggetto o al centro dell’ambiente che si vuole mostrare nel prodotto finale, per poi unirli attraverso un software. Il numero di scatti dipende dalla lente utilizzata, dal livello di dettaglio e dalla qualità richiesta, che varia a seconda dell’utilizzo finale del prodotto. Per un lavoro fatto bene, bisognerebbe utilizzare delle fotocamere a 360°. Solitamente, queste fotocamere sono composte da due o più lenti grandangolari che eseguono gli scatti simultaneamente. Tuttavia, a seconda del tipo prodotto finale, si possono utilizzare anche fotocamere con una sola lente.

Una fotogamera 360 per la fotografia VR

Una fotocamera 360 comunemente utilizzata per realizzare foto VR

Gli scatti da unire devono essere realizzati con la stessa esposizione e devono essere sovrapponibili. Questo è uno dei motivi per cui è meglio non affidarsi a soluzioni semplici e a strumenti non professionali. Per raggiungere buoni risultati, infatti, bisogna evitare il più possibile errori di parallasse, ruotando l’obiettivo con la massima precisione e, possibilmente, aiutandosi con attrezzature adeguate.

Una volta uniti questi scatti ed eliminati i difetti residui con un po’ di fotoritocco, la foto è pronta per essere esportata. Puoi stamparla in formato piatto, ma in quel caso sarà deformata e tagliata (come succede alle foto panoramiche fatte con gli smartphone). È meglio preferire altri formati di esportazione che permettano di interagire con l’immagine. Di solito, a seconda del tipo di interazione che si vuole ottenere, si scelgono altri formati, come il cilindrico, il cubico o l’equirettangolare. Per rendere l’immagine interattiva, la si può esportare in QuickTime, HTML5, Flash o Java.

Come utilizzare la fotografia VR per la comunicazione?

Le foto VR a 180° e a 360° possono essere utilizzate per molti scopi. Come dicevamo sopra, quelle a 360° possono essere utilizzate per creare dei tour virtuali della propria azienda, ma questa non è l’unica applicazione possibile. Per esempio, con alcuni nostri clienti che lavoravano nella ristorazione, abbiamo spesso utilizzato le foto VR per dare maggior risalto ai dettagli dei loro piatti, come nell’esempio che puoi vedere qui sotto.

Inoltre, ci sono molti siti e piattaforme dove pubblicare le proprie fotografie VR per fare digital marketing e link building. Infine, non ci scordiamo dei social. Di recente, Facebook ha permesso di caricare foto e video Virtual Reality. Questi contenuti possono incuriosire anche chi normalmente non si sofferma a guardare i post che trova in bacheca. Usarli per presentare i tuoi prodotti o la tua azienda è certamente un’ottima idea.

Speriamo di aver fatto un po’ più di chiarezza su questa branca della fotografia affascinante e piena di possibilità. Come sempre, se hai delle domande o se non ti è ben chiaro qualcosa, faccelo sapere nei commenti. Se vuoi farti un’idea del tipo contenuti che puoi ottenere puntando sulla fotografia VR, dai un’occhiata alla nostra GALLERY.